Cosmofood 2017

/Eventi/Food & wine/In evidenza/

Dall’11 al 14 novembre 2017 in Fiera di Vicenza si tiene Cosmofood,  la manifestazione dedicata al mondo food, beverage e professional equipment. Previsti 500 espositori (+15%) e oltre 100 eventi, tra cui showcooking, degustazioni e viaggi sensoriali per il pubblico.

Gustus. Vini e Sapori dei Colli Berici dal 4 al 6 novembre.

/In evidenza/In vino veritas/

Grandi novità per la nuova edizione di Gustus – Vini e Sapori dei colli Berici, l’evento organizzato dal Consorzio Vini Colli Berici e Vicenza e dalla Strada dei Vini Colli Berici, che tornerà a Vicenza nei giorni 4, 5 e 6 novembre 2017. Nella sua ottava edizione il banco d’assaggio per la prima volta sarà infatti aperto al pubblico anche il lunedì, per dare la possibilità ad un maggior numero di operatori del settore enogastronomico di conoscere i vini e i prodotti tipici dell’area vicentina.

I ristoranti vicentini sugli scudi

/In evidenza/Ristoranti/

La compagine dei ristoranti vicentini meritevoli di premi e menzioni da parte di pubblico e critica enogastronomica è davvero nutrita. In questo periodo, infatti, molte sono le guide che citano fra i migliori i locali vicentini. Iniziamo dalla Guida “Venezie a Tavola” diretta da Luigi Costa, presentata in questi giorni e che ha assegnato al Casin del Gamba di Altissimo di Antonio Dal Lago il riconoscimento di ristorante dell’anno. Per la ricerca e l’innovazione, il premio è andato invece ad Alessandro Dal Degan de La Tana Gourmet di Asiago e l’attenzione per il territorio ha ricompensato Renato Rizzardi della Locanda di Piero di Montecchio Precalcino. Infine, il miglior maitre dell’anno rimane anch’esso nel vicentino, e precisamente alla Stube Gourmet di Asiago ed è Jgor Tessari. La Guida ai Ristoranti de L’Espresso e quella del Gambero Rosso, la prima coordinata da Enzo Vizzari e la seconda da Laura Mantovano hanno riconosciuto alla terra vicentina un valore e una perizia non comune in campo enogastronomico. Per il Gambero Rosso, infatti, i migliori ristoranti sono La Peca dei fratelli Portinari di Lonigo e Spinechile Resort di Schio di Corrado Fasolato. A pari merito si distinguono altri giovani chef locali: Giuliano Baldessari di Aqua Crua di Barbarano e Alessandro Dal Degan con la Tana di Asiago. Anche qui Antonio Dal Lago e il suo Casin del Gamba figurano in posizione d’onore al terzo posto.  New entry il ristorante Dimitri –La Legnaia di Dimitri Mattiello che già era stato segnalato con miglior ristorante emergente di Alpe Adria dalla Guida Magnar Ben Best Gourmet. La Guida dell’Espresso, invece, ha assegnato 3 cappelli a El Coq di Lorenzo Cogo, equiparandolo a La Peca, Tana e Aqua Crua. Sempre in questo periodo è stata presentata anche la Guida Ristoranti che Passione di Riccardo Penzo che ha catalogato come miglior ristorante La Pergola di Sarcedo, mentre le Vescovane di Davide Pauletto a Longare è stato riconosciuto come locale più votato in assoluto.

Una settimana di celebrazioni per la pasta.

/In evidenza/Mondo cibo/Turismo enogastronomico/

Il 25 ottobre sarà celebrata in tutto il mondo la Giornata Mondiale della Pasta, alimento simbolo della cucina italiana ma anche di quella dieta mediterranea che è ormai riconosciuta da tutti gli esperti come un regime alimentare salutare ed equilibrato. Si tratta di un evento che ha l’obiettivo di sensibilizzare il pubblico italiano e internazionale su un prodotto tradizionale come la pasta, permettendo sia di dare informazioni sulle qualità nutrizionali di questo prodotto, sia di promuovere il suo consumo. Confartigianato Vicenza (con il contributo di EBAV Ente Bilaterale Artigianato Veneto) da anni onora questo evento con una iniziativa di promozione dei pastai artigiani della provincia. Così, dal 23 al 30 ottobre tredici produttori di pasta fresca e gastronomie, localizzati in tutta la provincia, offriranno uno sconto del 20% sull’acquisto dei prodotti freschi. Gnocchi, gargati, bigoli e tutta una serie di altre produzioni tipiche del territorio potranno essere acquistati a un prezzo vantaggioso, con l’obiettivo di promuovere il consumo della pasta fresca nelle sue differenti varianti. Ai clienti sarà inoltre consegnato un piccolo ma utile omaggio. L’occasione sarà particolarmente ghiotta per chi vorrà assaporare la pasta al torchio tipica vicentina, che viene ancor oggi prodotta nei pastifici artigianali della provincia secondo ricette e regole codificate da oltre cinquant’anni. Ma sarà anche un’opportunità per ribadire le molteplici virtù di un alimento semplice e genuino, sensibilizzando il consumatore sui suoi valori nutrizionali e sottolineandone la versatilità di uso in cucina. La pasta infatti, abbinandosi perfettamente ai più svariati prodotti della terra, può rappresentare un piatto unico completo, in grado di fornire un alto contenuto di carboidrati complessi e un moderato apporto di grassi e proteine. Anche per queste sue peculiarità gioca spesso un ruolo determinante nella prevenzione dell’obesità e di altre malattie croniche, quali il diabete e le cardiopatie. Aderiscono all’iniziativa: Tortellini San Marco (Arzignano), La Buona Pasta (Asiago), Bottega della Pasta (Bassano del Grapppa), Da Tortellino (Caldogno), L’origine (Castegnero), Il pastaio di Creazzo (Creazzo), I giovani leoni (Lonigo), Gastronomia da Maita (Montebello Vicentino), Pastificio Bassano (Monticello Conte Otto), Sale e Pepe (Thiene), Pasta Fresca (Vicenza), Il pastificio (Vicenza), Gastronomia Rosticceria (Zuliano).